Nel 2002, gli architetti svizzeri Stefano Foni Gueli e Fausto hanno iniziato la costruzione di villa cubica sul Lago Maggiore. La villa di cemento è stata completata nel 2003. La forma piatta del tetto e le facciate in vetro combinate con la costruzione in cemento unisce al meglio la modernità con il classico con un design a piano terra intricato forma di U. Da un lato, l'edificio appare come due diversi edifici collegati da un atrio vetrato che funge da collegamento tra est e ovest. Le ali. L'est lato dell'edificio è intonacato bianco brillante e trasparente; si affaccia sul porto di Ascona, mentre il lato sud-ovest si apre al giardino e piccola foresta. Mentre il metallo e cemento materiali di costruzione aggiungono una qualità industriale, per la villa, gli interni in legno servono come una transizione verso la spettacolare vista della campagna, lago Maggiore e sulle Alpi svizzere.

In 2002, Swiss architects Stefano Foni Gueli and Fausto began the construction of cubic villa on Lake Maggiore. The concrete villa was completed by 2003. Its flat roof and glass façade combined with concrete construction unite the best of classical modernism in an intricate U-shaped floor plan design. From a side, the building appears as two different buildings connected by a glazed entrance hall which serves as a link between the east and the west wings. The east, “public”, side of the building is plastered bright white and transparent; it overlooks the harbor in Ascona, while the “private” southwest side opens to the garden and small forest. While the metal and concrete materials of the building add an industrial quality to the villa, the wooden interiors serve as a transition to the spectacular views of the countryside, Lake Maggiore and the Swiss Alps.